Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Cosmetici fai da te - Carlitadolce

carlita non ha bisogno di presentazioni, interessante , spiegazioni semplici, igredienti piu' ricercati del solito, per amanti di creme fatte in casa in fase avanzata di produzione.
Consigliato

Una perfetta sconosciuta

Decisamente una scrittrice capace di avvolgerti nel racconto. C'è chi l'ha descritta come "un pericolo di dipendenza" in effetti sono al secondo thriller dopo la ragazza nel parco e sto sperando in nuove letture in arrivo. Al pari o forse meglio di Grisham per chi è come me amante del genere. Solo che nella Burke c'è lo spirito femminile e l'esatta conoscenza/progressione delle lungaggini burocratiche nella legislazione americana. A quando autori di thriller avvocato o procuratori italiani e non solo avvocati in carriera politica pronti solo a incensare la loro a volte perfida causa?

L'anima della frontiera - Matteo Righetto

Ho letto questo libro con il recondito desiderio di rivivere l’ambiente della storia di Tonle, ripercorrendo i suoi sentieri fra le masiere del canale del Brenta e le scogliere del Monte Grappa. Una storia di confine, di contrabbandieri, di povertà, di delitti commessi e desiderati. Naturalmente la bravura di Mario Rigoni Stern è irraggiungibile come pure le sue poetiche descrizioni, ma devo dire che Matteo Righetto non mi ha deluso. La storia di Augusto e di sua figlia Jole mi ha appassionato al punto giusto. L’ambientazione è realistica, come pure i personaggi. Mi ha particolarmente colpito la malvagità di alcuni protagonisti secondari quali il ricettatore ed il carbonaio, peraltro caratteristica di quegli ambienti e di quell’epoca (fine ottocento). Non lo definerei però un western letterario come potrebbe sembrare dalla copertina e come indicato in prefazione. Con la frontiera americana quella italo-austriaca non aveva nulla da spartire.

L'arminuta - Donatella Di Pietrantonio

Il dramma di una ritornata, una bambina di pochi anni, che è affidata a una lontana cugina della sua vera mamma e che poi, dopo qualche anno in cui l’affetto da quest’ultima dimostratole aveva in sostanza sostituito quello materno, il ritorno a casa per un motivo che resterà per lei misterioso fin quasi al termine del romanzo. Un racconto intenso, scorrevole, coinvolgente e a volte anche commovente, che si sviluppa proprio nella ricerca di quel perché, fra supposizioni, ammiccamenti, mezze ammissioni e segreti, pian piano svelati. L’arminuta però non ritroverà mai se stessa. Un bambino non potrà mai trasformarsi in un pacco e né l’affetto, né i legami di sangue potranno mai sostituirsi all’amore. Un testo ben scritto, elegante e che ti lascia qualcosa dentro.

Il caffè dei piccoli miracoli - Nicolas Barreau

Non ho saputo resistere e l'ho acquistato e ve l'assicuro é un romanzo stupendo, magico, dolce a tratti malinconico. E le descrizioni di Venezia sono meravigliose. Come al solito Barreau sa coinvolgere il lettore trasportandolo quasi materialmente nella storia, lasciandolo poi sorpreso e un po' rattristato, quando svoltando l'ultima pagina egli si trova purtroppo alla fine, almeno questa é stata la mia sensazione. Difficile abbandonare tutti i personaggi.... Consigliato vivamente.