Community » Forum » Recensioni

Eleanor Oliphant sta benissimo
4 1 0
Honeyman, Gail

Eleanor Oliphant sta benissimo

Milano : Garzanti, 2018

Abstract: Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: benissimo. Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché dico sempre quello che penso. Ma io sorrido, perché sto bene così. Ho quasi trent'anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate, la mia passione. Poi torno a casa e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient'altro. Perché da sola sto bene. Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata dalla prigione. Da mia madre. Dopo, quando chiudo la chiamata, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto. E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo. O così credevo, fino a oggi. Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E questo ha cambiato ogni cosa. D'improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie stesse paure, e non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene. Anzi: benissimo.

31 Visite, 1 Messaggi

Non è stato facile leggere questo libro, come non lo è mai addentrarsi all'interno della vita di qualcuno con un passato ad alto tasso di grigi...
L'autrice riesce nel compito di conquistare il lettore ponendogli di fronte un personaggio che assai bene si presta alla psicoanalisi ed anche ai sorrisi, utilissimo a sdrammatizzare una pesantezza non legata al romanzo in se quanto al vissuto della protagonista. Eleonor la si guarda con curiosità divertità all'inizio, la si segue con distratta attenzione nel corso dei capitoli ma poi vi si resta quasi impigliati nella drammaticità della sua sofferenza.
Spunti di riflessione a gogò. Chi vuole al di la del dramma personale della protagonista ci vedrà il dramma della solitudine dei tempi attuali. Sicuramente una valida lettura.

  • «
  • 1
  • »

2095 Messaggi in 1766 Discussioni di 318 utenti

Attualmente online: Ci sono 16 utenti online