Community » Forum » Recensioni

La luna e i falò
5 1 0
Pavese, Cesare <1908-1950>

La luna e i falò

Torino : Einaudi, ©2012

Abstract: Pubblicato nell'aprile del 1950 e considerato dalla critica il libro più bello di Pavese, La luna e i falò è il suo ultimo romanzo. Il protagonista, Anguilla, all'indomani della Liberazione torna al suo paese delle Langhe dopo molti anni trascorsi in America e, in compagnia dell'amico Nuto, ripercorre i luoghi dell'infanzia e dell'adolescenza in un viaggio nel tempo alla ricerca di antiche e sofferte radici. Storia semplice e lirica insieme, La luna e i falò recupera i temi civili della guerra partigiana, la cospirazione antifascista, la lotta di liberazione, e li lega a problematiche private, l'amicizia, la sensualità, la morte, in un intreccio drammatico che conferma la totale inappartenenza dell'individuo rispetto al mondo.

42 Visite, 1 Messaggi
Leopoldo Roman
97 posts

Ai tempi della scuola Cesare Pavese era il mio autore preferito e lessi praticamente tutto quel che trovai. Alcuni libri li ho conservati ed a distanza di anni è un piacere per me rileggerli e rileggerli ancora. Non so fare graduatorie, ma sicuramente La luna e i falò è uno di quelli che più lo leggo più mi arricchisce nello spirito e nell’intelletto. Mi piace definirlo struggente perché dentro c’è tutto Pavese. In questo romanzo ha dato tutto sé stesso. E’ quasi un testamento, infatti poco dopo averlo terminato ha deciso di interrompere volontariamente anche la sua vita terrena. Ovviamente è un romanzo triste perché nel protagonista c’è la consapevolezza che la felicità non è di questa terra, nemmeno se ritorni ricco da dove sei partito povero, ma viene sublimata l’importanza dell’amicizia e dell’altruismo, che in Nuto trova un ammirevole esempio. Leggendo il romanzo si capisce che per Pavese uomo, la vita era diventata sterile ed ormai priva di emozioni. Non altrettanto invece per Pavese scrittore, che alla fine lancia un messaggio di speranza nel futuro, che ha l’immagine di Cinto, l’altro piccolo protagonista del romanzo, un bambino disabile e maltrattato da tutti, che al culmine di una tragedia che lo lascerà completamente solo, troverà in Nuto, grazie all’intercessione del protagonista, una nuova famiglia. Alla fin fine i falò al chiaro della luna sono stati come nella tradizione delle Langhe beneauguranti.

  • «
  • 1
  • »

2140 Messaggi in 1806 Discussioni di 334 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.