Vai alla versione in versi


 

 

Cento anni fa, a Omegna, nasceva Gianni Rodari, e quarant’anni fa, moriva a Roma.

Vogliamo ricordarlo insieme proponendovi un percorso fatto di tante storie: alcune le potete trovare nel nostro catalogo, insieme a tante altre che potete trovare in rete.

L’Università di Padova ha messo insieme i contributi di diversi studiosi, ma soprattutto studiose, dell’opera di Rodari, e li potete trovare qui:

Questo ci può dare una misura dell’importanza e del valore dell’opera di questo autore per un’ampia fetta del mondo educativo e della letteratura per l’infanzia.

RaiCultura ci porta in un percorso di alcuni documentari e testimonianze ad approfondire meglio la figura dell scrittore, con uno speciale interamente dedicato a lui: Speciale La lezione di Gianni Rodari - Letteratura.

Un altro contributo molto interessante proviene da RaiPlay, con C’era una volta Gianni Rodari: un incontro ripreso dalle telecamere Rai tra Rodari e gli alunni di una quinta elementare di Roma. Nei mesi precedenti la riforma della scuola aveva dato maggiore spazio ad esperimenti didattici come questo in cui lo scrittore è coinvolto, con l'intento di valorizzare la creatività e la fantasia dei bambini.

Anche all’interno di Teche Rai possiamo trovare numerosi interventi e interviste all’autore; vi invitiamo a scoprirle, ma ve ne segnaliamo una che ci sembra particolarmente significativa: Gianni Rodari: la mia infanzia, in cui racconta come ha vissuto il mondo delle storie nella sua infanzia.

Pantheon, trasmissione di Radio3 ci invita in un percorso a puntate: Le parole della fantasia, in cui in un appuntamento settimanale, si affronta un particolare aspetto dell’opera di Rodari, con vari contributi: è una serie molto ben realizzata, ed è appena cominciata, perciò ci sono ancora molte puntate che ci aspettano durante quest’anno!

Una piccola perla tratta dagli archivi dell’Istituto Luce : Un balletto tratto dalla favola "Cipollino" di Rodari. Questa è la notizia, del 1977, di quando per la prima volta la favola di Rodari è stata adattata nella forma del balletto, e da allora ha avuto un grandissimo successo, e ancora tanto continua a riscuoterne.

Non può mancare una menzione a Il Pioniere, settimanale degli anni Cinquanta e Sessanta, con cui Rodari ha ampiamente collaborato, e sul cui sito potete trovare moltissimi numeri da scaricare in formato digitale.

Vi segnaliamo 100 Gianni Rodari il portale che raccoglie le iniziative e molti materiali per celebrare la lieta ricorrenza, e cerca di unire tutti coloro i quali voglio partecipare in questa lieta occasione e, in conclusione, c’è questa bella iniziativa che si chiama I BISCOTTI, che propone recensioni di libri per bambini fatte da bambini: ci sembrava un modo molto bello per salutarci in questa ricorrenza.

 

Vai alla versione in versi