Giornata delle vittime dell'immigrazioneIl 3 ottobre 2016 si consumò nel Canale di Sicilia, al largo di Lampedusa, una delle più gravi stragi di migranti. 368 morti accertati, circa 20 dispersi presunti, 155 superstiti, di cui 41 bambini.

Quell'incidente, ha ricordato il sindaco dell'isola Giusi Nicolini, "portò il presidente della Commissione Ue Juncker a venire qui a dire 'Mai più morti nel Mediterraneo'". Ma da allora "sono morte altre 11mila persone, 3.500 solo nel 2016".

Questa bibliografia vuole essere un contributo alla conoscenza di un fenomeno che non si può ignorare. Come sempre compito delle biblioteche e dei bibliotecari non è schierarsi a favore di una posizione o di un'altra, ma di offrire strumenti di conoscenza e di approfondimento per potersi formare un'opinione consapevole. Come previsto dal codice deontologico dei bibliotecari, essi acquistano i libri cercando di rappresentare il più ampio ventaglio di posizioni, senza per questo sentirsi obbligati a garantire una perfetta corrispondenza numerica. In altri termini, nella scelta devono tener conto anche di altri criteri quali l'importanza degli autori, l'autorevolezza della casa editrice, la maggiore o minore presenza nel mercato editoriale di un certo orientamento.

 

Trovati 50 documenti.

Un giorno un nome incominciò un viaggio
0 0 0
Libri Moderni

Nanetti, Angela - Boffa, Antonio

Un giorno un nome incominciò un viaggio / Angela Nanetti, Antonio Boffa

Torino : Gruppo Abele, 2014

I bulbi dei piccoli ; 8

Abstract: "Un giorno un nome incominciò un viaggio. Era un nome di tante lettere e suonava dolce...". Il nome evoca terre lontane, altopiani dorati, che possono portare dolore, tanto da convincere i suoi abitanti ad abbandonarli, in cerca di luoghi più fortunati. E il "nome" si mette in viaggio. È la storia di una bambina, ma è anche la storia di tante vite che sbarcano sulle nostre e su altre coste. Con toni dolci gli autori raccontano una storia crudele, dove sofferenza, ingiustizia e indifferenza sono padrone dei destini degli uomini. Perché il viaggio dà speranza... ma a volte, come in questo caso, la speranza è difficile da trovare. Bisogna guardare oltre il mare, tornare indietro, sugli altopiani. Età di lettura: da 4 anni.

Lampaduza
0 0 0
Libri Moderni

Camarrone, Davide

Lampaduza / Davide Camarrone

Palermo : Sellerio, 2014

La memoria ; 955

Abstract: "I migranti potrebbero sbarcare a Pantelleria, più vicina all'Africa, o in Calabria, o nel Canale di Otranto. E invece scelgono Lampaduza. Perché mai? La risposta è che Lampaduza è un confine deciso dal libero arbitrio politico e sociale ed ha assunto un significato simbolico e un ruolo concreto. A Lampaduza hanno messo in scena la frontiera: lo spettacolo della migrazione. Ma è dai confini, così come dalle prigioni, che si giudica uno Stato". Il 3 ottobre 2013 davanti alle coste dell'isola è accaduto il più grave incidente della migrazione per numero di vittime. Questo libro comincia un anno prima, quando l'autore, giornalista Rai, si recò sull'isola per lavoro; ed è un racconto, un diario e un reportage, scritto con i piedi piantati in quella terra senza un albero e lo sguardo volto al resto del Mediterraneo, all'Italia e all'Europa. Racconta insieme e per piani comunicanti tutto ciò che nell'isola si è intersecato negli anni più terribili, quelli in cui Lampedusa è stata contemporaneamente la capitale dei diritti umani e ha provato a suicidarsi. L'autore lascia salire alla memoria spunti diversi: il Mediterraneo, mare di naufragi segreti e guerre navali nascoste, di volti e di figure, narrato assieme alla grande migrazione, alle rivolte del Maghreb, agli accordi sciagurati con Gheddafi per i respingimenti, alla Sicilia rete di basi militari, alle vite quotidiane di migranti, al succedersi di sindaci e traversie di politicanti, a piccoli miti e storie lontane.

Mare di zucchero
0 0 0
Libri Moderni

Desiati, Mario

Mare di zucchero / Mario Desiati

Milano : Mondadori, 2014

Contemporanea

Abstract: Ervin: è nato nella terra delle aquile, l'Albania. Da una vita si sente circondato da muri invisibili: a scuola, a casa, per strada. Per sentirsi libero deve andare al mare e stare in acqua finché le mani non diventano grinzose come prugne secche. Luca: vive in un piccolo paese nei pressi di Bari, ma si sente lontano anni luce dai suoi genitori e dai suoi coetanei. Crede a tutto, persino ai miracoli e ai santi venuti dal mare. Su un taccuino appunta le storie sempre diverse che inventa. Ervin e Luca: separati da appena cento chilometri, hanno più o meno la stessa età e la stessa altezza, ma non potrebbero essere più diversi e lontani... fino all'arrivo della Vlora. In un giorno d'estate del 1991, una grande nave che sa ancora di zucchero approda alle coste italiane con ventimila albanesi a bordo, tutti spinti da un sogno di libertà. Quel giorno Ervin e Luca vivono la più grande avventura della loro vita. Grazie alla penna delicata e intensa di Mario Desiati, due vite sospese si incrociano e si intrecciano in una notte di silenzi, giochi e scoperte che segnerà, semplicemente e forse per sempre, la Storia. La loro storia. Età di lettura: da 11 anni.

Akim corre
4 0 0
Libri Moderni

Dubois, Claude K.

Akim corre / Claude K. Dubois

Milano : Babalibri, 2014

Abstract: La storia di Akim è personale e intima, ma è anche quella di migliaia di altri bambini, donne e uomini che la violenza della guerra costringe alla fuga. Tutti hanno diritto ad essere accolti e protetti. Amnesty International si batte perché il diritto d'asilo sia rispettato ovunque nel mondo. Età di lettura: da 7 anni.

Confessioni di un trafficante di uomini
0 0 0
Libri Moderni

Di Nicola, Andrea <1973- > - Musumeci, Giampaolo

Confessioni di un trafficante di uomini / Andrea Di Nicola, Giampaolo Musumeci

Milano : Chiarelettere, 2014

Reverse

Abstract: Per la prima volta parlano gli uomini che controllano il traffico dei migranti. Un sistema criminale che gli autori di questo libro hanno potuto raccontare dopo aver percorso le principali vie dell'immigrazione clandestina, dall'Europa dell'Est fino ai paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Ecco cosa si muove dietro la massa di disperati che riempiono le pagine dei giornali. Una montagna di soldi, un network flessibile e refrattario alle più sofisticate investigazioni. La testimonianza dei protagonisti conduce dentro un mondo parallelo che nessuno conosce. Ora finalmente possiamo vedere in presa diretta la più spietata agenzia di viaggi del pianeta.

Tutti i giorni sono dispari
0 0 0
Libri Moderni

Baccalario, Pierdomenico

Tutti i giorni sono dispari : [la lunga corsa di Hazrat Safari : romanzo] / Pierdomenico Baccalario

[Milano] : Sperling & Kupfer, 2014

Pandora

Abstract: Certe volte, in Afghanistan, il cielo è talmente limpido che se alzi la testa hai la sensazione di poter assaggiare il gusto delle stelle. E ci sono laghi così trasparenti che persino l'aria sembra riflettersi dentro. È il mondo dove è cresciuto Hazrat, che lui conosce da sempre. Ma è anche il mondo dove resta l'odore della guerra, che ti impregna i vestiti e nella mente ti gioca terribili scherzi. E così, quando a casa arriva un brutto incantesimo, e il sorriso di suo padre scompare, Hazrat sa che qualcosa sta per accadere. Quando arriva la follia, di notte, della famiglia di Hazrat non restano che macerie. Niente è più come prima, il mondo gli ha girato le spalle. E lui avrebbe potuto restare lì, a piangere, oppure fare la stessa cosa: girarsi, e scappare dalla parte opposta, il più lontano possibile. Gli basta uno zaino con lo stretto indispensabile, un paio di scarpe da ginnastica per quando bisognerà correre veloce, e una sola idea chiara in testa: vivere. Anche quando incontrerà i vigliacchi che gli insegneranno una parola, kamikaze, che ora non riesce nemmeno a sussurrare. Hazrat viaggia e scappa per migliaia di chilometri, attraversa confini che mai avrebbe pensato di valicare, con persone che barattano la vita con tutto quello che trovano, e altre che mai avrebbe pensato esistessero. E alla fine arriva in Italia, un paese che è quasi un miraggio, dove le persone sembrano sempre ballare e dove, ne è sicuro, tutti i giorni sono dispari.

Matite colorate in fondo al mare
0 0 0
Libri Moderni

Capitanio, Cinzia <1977- >

Matite colorate in fondo al mare / Cinzia Capitanio

Foggia : Mammeonline, 2013

Crisalidi e farfalle ; 2

Abstract: Due bambini, due viaggi, sullo stesso mare, ma infinitamente diversi. Marco viaggia con la sua famiglia su una splendida nave da crociera, godendo le meraviglie che incontra quando la nave attracca nei diversi porti. Seydou, in fuga dalla guerra che sconvolge il suo paese, naviga anche lui con la famiglia ma nascosto nella stiva di un inaffidabile peschereccio e i suoi occhi, quando solleva lo sguardo, incontrano solo la paura e la solitudine racchiuse nei volti di coloro che gli sono intorno. La sola cosa che sembra accomunare i due bambini è il possesso di un piccolo blocco e di matite colorate, grazie alle quali possono annotare, in forma di diario, i momenti più significativi del loro viaggio. E invece un giorno... Età di lettura: da 9 anni.

Fu'ad e Jamila
5 0 0
Libri Moderni

Zanotti, Cosetta

Fu'ad e Jamila / Cosetta Zanotti ; illustrato da Desideria Guicciardini

Roma : Lapis, 2013

I lapislazzuli

Abstract: In una notte umida e fredda Fu'ad e Jamila assieme a un gruppo di uomini donne e bambini lasciano la propria casa e si mettono in viaggio. Dall'altra parte del mare, oltre l'orizzonte, li aspetta una terra dove tutto è possibile, dove le guerre non esistono e la miseria neppure. In mezzo ci sono le onde, la tempesta che fa paura, il rischio della deriva. Poi una luce squarcia il silenzio della notte... Le storie sono fatte di desideri, speranze e di sogni. Ma a volte è la vita vera che ci riserva le sorprese più grandi. Età di lettura: da 4 anni.

Accogliamoli tutti
0 0 0
Libri Moderni

Manconi, Luigi - Brinis, Valentina

Accogliamoli tutti : una ragionevole proposta per salvare l'Italia, gli italiani e gli immigrati / Luigi Manconi, Valentina Brinis ; prefazione di Cécile Kyenge

Milano : Il saggiatore, 2013

La cultura ; 822

Abstract: Voci autorevoli e voci di piazza gridano ogni giorno che la convivenza con gli immigrati è irrealizzabile, rendendola precaria e rischiosa. Con questo pamphlet provocatorio e appassionante Luigi Manconi dimostra il contrario: la convivenza non è solo auspicabile, bensì necessaria. Faticosa e difficile, certo, ma anche utile e intelligente. L'incontro e il confronto, la frequentazione e la consuetudine producono curiosità e conoscenza, riducono gli stereotipi e i pregiudizi, incentivano la reciprocità e lo scambio, cambiano le persone e le loro mentalità. Accogliere le diverse forme di vita delle minoranze, inoltre, è compito di ogni stato democratico ed efficiente, così che l'immigrazione non debba mai più considerata una minaccia sociale, ma piuttosto la nostra salvezza.

Una voce lontana
0 0 0
Libri Moderni

Yamada, Taichi

Una voce lontana : romanzo / Taichi Yamada ; traduzione dall'edizione inglese di Emanuela Cervini

[Milano] : Nord, copyr. 2007

Narrativa. - Nord ; 268

Abstract: Durante l'arresto di sei clandestini provenienti dal Bangladesh, Tsuneo, un ufficiale dell'immigrazione, crolla a terra, travolto da un'improvvisa, irresistibile sensazione. Sembra un episodio isolato in una vita altrimenti tranquilla, ma, poco dopo, quel particolare svenimento si ripete. E non solo: Tsuneo comincia a sentire una voce - una voce di donna - che gli parla, lo ammonisce, gli dà consigli, gli chiede di ricordare. In breve tempo, quella voce diventa per lui l'unica cosa veramente importante. Tsuneo abbandona il lavoro, la fidanzata e qualsiasi impegno sociale e si getta anima e corpo nel tentativo di capire che cosa voglia da lui la voce. Uno slancio che farà emergere tutto il dolore sopito nel suo passato e che gli aprirà gli occhi su un mondo che lui non ha mai voluto vedere né ascoltare.

Migrando
0 0 0
Libri Moderni

Chiesa, Mariana <1967- >

Migrando / Mariana Chiesa Mateos

Roma : Orecchio acerbo, 2010

Abstract: Uccelli migratori. Alberi con rami, e radici, famigliari. E l'acqua. L'acqua del grande oceano mare che sostiene, separa e unisce speranze, terre e destini. Quelli di chi insegue sogni e quelli di chi viene inseguito. La storia, le storie, di due migrazioni. Quella lontana degli inizi del novecento, quando bastimenti carichi di italiani, spagnoli, irlandesi, tedeschi, polacchi, francesi lasciavano i porti europei per attraversare l'oceano e raggiungere le Americhe. E quella vicina, di oggi, dove carrette del mare solcano il mediterraneo colme di magrebini, eritrei, curdi yemeniti, sudanesi, pakistani per raggiungere le coste europee. Un libro senza parole. Per lasciare alla sensibilità di ciascuno l'epilogo della storia. Un libro delicato e al tempo stesso forte e concreto. Concreto come l'esperienza di Mariana Chiesa - nipote di emigranti spagnoli in Argentina e migrante lei stessa dall'Argentina alla Spagna, fino all'Italia - che nei tratti dei clandestini che si affacciano sulle coste europee rivede il profilo del vecchio bisnonno.

Italiani, per esempio
0 0 0
Libri Moderni

Caliceti, Giuseppe

Italiani, per esempio : l'Italia vista dai bambini immigrati / Giuseppe Caliceti

Milano : Feltrinelli, 2010

Varia

Abstract: Il numero di immigrati in Italia è più che triplicato solo nell'ultimo decennio. Sono oltre tre milioni. E i bambini? Nessuno lo sa con precisione. Sono meno che in altri paesi europei, ma certo in questi anni da noi il malcontento e il razzismo verso di loro è cresciuto, fomentato anche da alcuni movimenti politici. Ho iniziato a insegnare nel plesso di Reggio Emilia come maestro elementare di ruolo nel 1983. Per alcuni anni, fui distaccato dal normale insegnamento su classe per curare un progetto ministeriale per l'integrazione dei bambini stranieri. Allora c'erano solo alcune decine di bambini di origine non italiana, ora diverse centinaia, ma quel progetto è soppresso da tempo. Fin da principio ho preso l'abitudine di trascrivere parole, frasi, conversazioni, testi scritti da questi bambini. In più di un'occasione sembrava di rivivere la favola del Brutto Anatroccolo, ma non sempre. Una volta ambientati in Italia, ho chiesto loro cosa ne pensassero dell'Italia e degli italiani. Ho raccolto i frammenti di tante storie, riflessioni, confidenze piene di speranza e di paura, di realtà e di fantasie, di tristezze e di allegrie, di ingenue osservazioni e di fantastici fraintendimenti. Ne è uscito questo ritratto inedito dell'Italia di oggi e degli italiani. Ho cambiato i loro nomi per ragioni di privacy, ma non la loro età e la loro nazionalità.

Negri, froci, giudei & co.
0 0 0
Libri Moderni

Stella, Gian Antonio

Negri, froci, giudei & co. : l'eterna guerra contro l'altro / Gian Antonio Stella

Milano : Rizzoli, 2009

Abstract: L'inondazione di odio in Internet, i cori negli stadi contro i giocatori neri, il risveglio del demone antisemita, le spedizioni squadristiche contro gli omosessuali, i rimpianti di troppi politici per "i metodi di Hitler", le avanzate in tutta Europa dei partiti xenofobi, le milizie in divisa para-nazista, i pestaggi di disabili, le rivolte veneziane contro gli "zingari" anche se sono veneziani da secoli e fanno di cognome Pavan, gli omicidi di clochard, gli inni immondi alla purezza del sangue... Come a volte capita nella storia, proprio negli anni in cui entrava alla Casa Bianca il primo nero è rifiorita la pianta maledetta del razzismo, della xenofobia, del disprezzo verso l'altro che pareva rinsecchita nella scia del senso di colpa collettivo per il colonialismo, per le leggi Jim Crow negli Stati Uniti, per l'apartheid in Sudafrica e soprattutto per l'Olocausto. Dal terrore dei barbari alle pulizie etniche tra africani, dalle guerre comunali italiane al peso delle religioni, fino alle piccole storie ignobili di questi giorni, Stella ricostruisce un ricchissimo e inquietante quadro d'insieme di ieri e di oggi del rapporto fra "noi" e gli "altri". Perché "la storia documenta una cosa inequivocabile: l'idea dell"altro" non è affatto assoluta, definitiva, eterna. Al contrario, dipende da un mucchio di cose diverse e è del tutto relativa. Temporanea. Provvisoria"

Il diverso come icona del male
0 0 0
Libri Moderni

Aime, Marco <1956- > - Severino, Emanuele

Il diverso come icona del male / Marco Aime ed Emanuele Severino ; introduzione di Ernesto Ferrero

Torino : Bollati Boringhieri, 2009

Sguardi. - Bollati Boringhieri ; 6

Abstract: L'uomo tende a interpretare tutto quanto non rientra nella propria esperienza diretta o nel cerchio rassicurante della tribù come un pericolo, una minaccia anche mortale. Di qui i suoi atteggiamenti aggressivi, per cui il diverso e l'altro vengono intesi come un nemico potenziale o reale. Un pregiudizio che continua ad alimentare i tanti conflitti che squassano le società contemporanee

Il viaggio di un violoncello
0 0 0
Libri Moderni

Aziz, Fuad

Il viaggio di un violoncello / Fuad Aziz

Troina : Città aperta junior, copyr. 2009

Gli specchietti. - Città aperta junior ; 1

Abstract: Araz è un giovane musicista che vive in un paese in cui non c'è libertà. La musica è libertà, per questo Araz è costretto a fuggire dal suo paese. Una storia breve, intensa e semplice per raccontare il dramma e la speranza di chi non conosce la libertà. Età di lettura: da 7 anni

Via Anelli
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Via Anelli : la chiusura del ghetto / un documentario di Marco Segato

[Padova] : Jolefilm, 2008

Abstract: Il Complesso Serenissima di Via Anelli a Padova, costruito alla fine degli anni settanta, è formato da sei palazzine: 287 miniappartamenti di 28 mq ciascuno. Negli anni Novanta gli inquilini italiani se ne sono andati lasciando il posto ai molti immigrati arrivati in città in cerca di lavoro. Tra marzo 2005 e luglio 2007 l'amministrazione comunale sgombera e chiude le sei palazzine, diventate in pochi anni un vero e proprio ghetto, simbolo della criminalità straniera del nordest. Il lavoro degli operatori impegnati nella chiusura delle sei palazzine, si mescola alle voci degli immigrati che vi abitano per raccontare la quotidianità di un luogo tra i più immaginati ma meno conosciuti del territorio

Il barcone della speranza
0 0 0
Libri Moderni

Elliott, Claudio

Il barcone della speranza / Claudio Elliott

[Monte San Vito] : Raffaello, 2007

Il mulino a vento. Narrativa storica

Divieto di soggiorno
0 0 0
Libri Moderni

Jebreal, Rula

Divieto di soggiorno : l'Italia vista con gli occhi dei suoi immigrati / Rula Jebreal

Milano : Rizzoli, 2007

Abstract: Rula Jebreal, giornalista di origini palestinesi, è un'immigrata oggi italiana. Trovandosi in equilibrio tra identità e mondi diversi, ha deciso di affrontare il tema scottante dell'immigrazione. Lo fa in questo saggio, intervistando personaggi d'eccezione come Zeudi Araya, l'attrice eritrea divenuta una star del cinema italiano, il finanziere di origini tunisine Tarek Ben Ammar, il regista turco Ferzan Ozpetek; ma anche raccontando storie di immigrati qualunque. Ogni vicenda personale serve a fare il punto su temi caldi come religione, lavoro, diritti delle donne, sesso, eredità culturali.

Marco Polo
0 0 0
Libri Moderni

Bianchi, Vito

Marco Polo : Storia del mercante che capì la Cina / Vito Bianchi

Roma-Bari : Laterza, 2007

I robinson. Letture, - Laterza

Abstract: Nonostante la sua popolarità, di Marco Polo si sa poco o nulla. Mercante giramondo, autore del Milione, avventuriero che raccontò la Cina all'Occidente, Marco Polo è stato certamente tutto questo, ma anche molto altro: la sua vita non si esaurisce nel romanzesco racconto delle sue peripezie di viaggio. Vito Bianchi ripercorre la storia di una grande uomo che visse in un delicato momento di passaggio per i destini dell'Oriente e dell'Occidente, e dell'abilità con cui riuscì a diventare l'eroe in un mondo di trasformazione.

Ero straniero e mi avete ospitato
0 0 0
Libri Moderni

Bianchi, Enzo <1943->

Ero straniero e mi avete ospitato / Enzo Bianchi

Milano : Rizzoli, 2006

La scala

Abstract: Questa è una lunga riflessione sul tema dell'ospitalità. Spinto dall'urgenza di affrontare i fenomeni dell'immigrazione e dell'integrazione, di quotidiana e spesso drammatica attualità, Enzo Bianchi cerca nell'Antico e nel Nuovo Testamento risposte complesse e non condizionate da facili pregiudizi. È etico, infatti, accogliere qualcuno senza potergli fornire casa, pane, vestiti e, soprattutto, una soggettività e una dignità nel nostro corpo sociale? Partendo dal presupposto che l'accoglienza è altra cosa dal soccorso in caso di emergenza, e ricordando che i cristiani sono stati nella storia stranieri e pellegrini che hanno dovuto subire la diffidenza, l'ostilità e addirittura la persecuzione, Enzo Bianchi analizza la condizione dello straniero per riscoprire le origini dell'ospitalità al pellegrino, dell'apertura al viandante, che sono al centro dell'etica cristiana. Lo straniero è, sull'esempio dell'episodio biblico di Abramo alle Querce di Mamre, una figura da accogliere ma anche, come lo è stato il popolo di Israele in Egitto, una figura capace di metterci in discussione, un occasione per interrogarci su noi stessi, la nostra cultura, la nostra verità, un momento per riflettere sul significato della attuale convivenza civile e quella delle generazioni a venire.