RAFFAELLO SANZIO

 

C’è grande fermento in questi giorni attorno alla figura di un eccezionale artista del Rinascimento italiano, Raffaello Sanzio, in occasione del 500esimo anniversario dalla sua morte: cogliamo perciò l’occasione per proporvi un percorso ricco di risorse che vi permetteranno di avvicinarvi a questo grande artista come studenti alle prime armi, se il ricordo è lontano e nebuloso, oppure come occasioni per esplorarne in chiave diversa la vita e le opere.

Abbiamo a disposizione molte biografie di Raffaello, ma ce ne sono due che meritano particolare attenzione: la voce Santi, Raffaello nel "Dizionario Biografico degli Italiani" di Treccani, molto curata e ricca di dettagli, e quella riportata da Giorgio Vasari ne Le vite de' più eccellenti pittori, scultori e architettori, che è tra le più autorevoli e più cronologicamente vicine all’artista (e di cui potete leggere l’edizione del 1568 a questo link). In particolare ci piace segnalarvi, per curiosare un po’, l’opportunità di un tour virtuale nella Casa natale di Raffaello, a Urbino, per respirare degli spazi in cui nacque.

Per ammirare le opere di Raffaello vi segnaliamo alcuni dei repository più importanti che contengono le foto, le riproduzioni e i documenti, in cui vi invitiamo a entrare ed esplorare i materiali:

Se siete interessati a leggere i sonetti e le lettere di Raffaello che sono giunti fino a noi, possiamo raccomandarvi questa raccolta di tutti gli scritti, disponibile liberamente su LiberLiber.

Il meglio, però ve lo riserviamo alla fine:

  • RaiCultura ha realizzato una pagina interattiva ricchissima di spunti e contenuti e molto bella da visitare: Raffaello Sanzio (1483-1520), che vi consigliamo caldamente di visitare;
  • I musei vaticani, che ospitano numerose opere di Raffaello, mettono a disposizione un tour virtuale (e alcuni video) del complesso chiamato - appunto - “Stanze di Raffaello”;
  • Le Scuderie del Quirinale hanno creato una playlist su YouTube per raccontare la mostra in corso, e approfondirne i contenuti;
  • infine, poiché le visite in questo momento sono sospese, sui social network, in questo caso su Instagram, potete cercare i contenuti prodotti con l’hashtag #raffaellooltrelamostra.


Nella speranza di avervi accompagnato lungo un piacevole itinerario, vi diamo appuntamento al prossimo percorso!